Fiera di Sant'Alessandro

dal 4 al 6 settembre

prossimo il polo fieristico di Bergamo tornerà ad ospitare la Fiera di Sant’Alessandro (FdSA). La rassegna da oltre 1.200 anni rappresenta un imperdibile appuntamento di riferimento per gli operatori del mondo rurale e per i suoi tanti appassionati.

L’anno scorso sono state 48mila le persone che – a vario titolo e arrivando da tutta la Lombardia e dalle regioni limitrofe – hanno partecipato alla manifestazione allestita su oltre 50mila metri quadrati della Fiera di Bergamo. Bastano altri pochi dati per testimoniare quale sia oggi il ruolo, l’importanza e la capacità attrattiva della FdSA: nel 2014 le aziende espositrici sono state oltre 200, arrivate da 13 regioni italiane e da 4 nazioni straniere. Numeri alla mano, l’evento ha dimostrando di essere in ottima forma e di rappresentare una grande opportunità di business per le imprese espositrici.

Dati e risultati importanti ottenuti grazie al format della manifestazione, che, anno dopo anno, ha affiancato alle sue carte vincenti nuove proposte in grado di catturare l’attenzione del pubblico. Per fare solo qualche esempio, citiamo la storica rassegna zootecnica con oltre 400 pregiati capi di bestiame per il commercio, e l’altrettanta importante presenza dei macchinari agricoli, compresi quelli da campo aperto, ai quali si è aggiunta nelle ultime edizioni l’importante area dedicata al settore equestre. In tal senso, l’anno scorso sono stati più di 200 i cavalli partecipanti; inoltre grande successo per la seconda edizione del Concorso Purosangue Arabi, con uno show a livello internazionale che ha fatto parlare della FdSA anche in diversi Paesi stranieri.

Intercettando le nuove esigenze degli operatori e dei consumatori finali, la Fiera di Sant’Alessandro non si limita a presentare le pur importantissime novità in campo agricolo e zootecnico. Ogni edizione porta infatti con sé un rinnovato progetto organizzativo, con l’obiettivo di dare quelle risposte che un settore e un mercato in costante evoluzione si aspettano. Non è un caso se la FdSA ha messo già da molti anni al centro della sua attenzione anche i temi riguardanti i servizi e la tutela ambientale, la sicurezza sui luoghi di lavoro, le varie normative che subiscono aggiornamenti e modifiche assolutamente da sapere.

Prima di concludere ci permetta di fare insieme a lei alcune considerazioni che riteniamo di grande importanza. Dopo il sorpasso avvenuto negli anni del boom economico da parte del settore industriale e di quello dei servizi, negli ultimi periodi il settore primario è tornato prepotentemente alla ribalta, riconquistando sempre più fette di mercato. Inoltre, rispetto ai settori dell’industria, dei servizi e dell’alta tecnologia, la filiera agro-alimentare ha saputo reagire con risultati positivi davanti alla grave crisi che da 6 anni sta attanagliando il nostro Paese. Merito delle tante aziende che, come la sua, affiancando alla tradizionale tenacia un moderno spirito imprenditoriale che investe su qualità e innovazione di prodotti e servizi, hanno saputo costantemente rinnovarsi. Un rinnovamento che ha riguardato in diversi casi anche i suoi protagonisti, dato che tra le nuove generazioni sono in aumento le persone che decidono di investire il proprio futuro nel comparto agro-alimentare.

In entrambi i casi – vecchie e nuove generazioni – abbiamo verificato con piacere che la FdSA rappresenta una importante opportunità per la promozione e lo sviluppo delle loro attività. Durante la sua storia ultra millenaria, la FdSA ha infatti sempre avuto il grande merito di riprodurre nel migliore dei modi i grandi sforzi compiuti dagli operatori del mondo agricolo e zootecnico. E questo il (numeroso) pubblico della Fiera di Sant’Alessandro lo sa riconoscere e gratificare come merita.

La Fiera di Sant’Alessandro comprende anche numerose iniziative collaterali.

• Convegni tecnici e sulla prevenzione contro le cadute dall’alto, formazione dei lavori forestali e sicurezza macchine agricole

• Incontri sulla storia della meccanizzazione agricola: evoluzione dal paleolitico ai giorni nostri

• Esposizione di asini e cavalli, battesimo della sella

• Rassegna di bovini, con premiazioni delle Regine della Mostra

• Rassegna di ovicaprini

• Rassegna del colombo ornamentale e dei colombi viaggiatori

• Contest di ballo country – line dance

Gare e concorsi regionali e nazionali:

• 3ª Purosangue Arabi di Bergamo – Show E.C.A.H.O. categoria C internazionale.

• Dressage P.S.A.

• Monta americana: Pole Banding, Barrel Racing, Prova 2×20, Gimkana, Cattle Penning

La Fiera di Sant’Alessandro, da sempre sede ideale per offrire concrete opportunità di sviluppo alle aziende del settore, per l’edizione 2015 ha fatto scelte importanti, mettendo in primo piano i protagonisti del settore senza dimenticare il difficile momento economico che non demorde. La manifestazione conferma quindi tutte le carte vincenti del suo prestigioso passato, ma ribadisce nel contempo la volontà di proiettarsi con decisione nel futuro, investendo su qualità, innovazione e ricerca.